I lavori di Nathan Brusovani
scelti dal pubblico
di Slow Art

Le fotografie di Nathan Brusovani si sono rievelate opere vive, dinamiche e cariche di spunti. Durante la serata di Slow Art del 18 Maggio presso ARTROM Home Gallery hanno dato vita ad un ricco dibattito. Ben quattro opere sono state scelte dal pubblico per l'osservazione consapevole.  

michelangelo-brusovani


Shade of Pale Michelangelo, 2011, Foto digitale su tela, 100 x 150 cm edizione limitata di 20, 700

L'osservatrice dell'opera ha rilevato con stupore come il pezzo mettesse in moto la sua capacità immaginativa spingendola a creare storie. I due personaggi e le luci in mezzo a loro sono diventati gli elementi di un unico racconto. Una donna che sta facendo shopping e voltando l'angolo incontrerà qualcuno. Le due figure in relazione sono diventate simboli. La bellezza femminile e l'anelito a raggiungerla. Gli ospiti della galleria si sono sentiti fortemente coinvolti nell'analisi del pezzo, nel suggerire la fine del racconto, nell'immaginare se l'incontro potesse avvenire o meno, nel dare un valore neativo o positivo all'immagine di sinistra...
Ciò che è emerso dall'analisi finale del pezzo è stato il forte potere comunicativo dell'opere e la sua carica vitale. Nella stasi è presente la potenzialità del movimento e nell'incotro tra arte rinascimentale e contemporanea si è venuta a creare la nuova trama dell'opera altrimenti impossibile.

cacciatadalparadiso

Autumn Expulsion Masaccio, 2011, Foto digitale su tela,100 x 150 cm edizione limitata di 20, 700  

Nell'immagine Autum Expulsion l'osservatore ha sottoilineato la simbologia del cammino dell'umanità sulla terra. La coppia non è mai rappresentata per intero, ma frammentata forse a simboleggiare il dolore dell'essere umano diviso. La sensazione è quella della ricerca di una completezza che sembra sempre fuggirci... Eppure in tutto ciò l'osservatore si è sentito invaso da un senso di gioia. Anche se i visi sono sofferenti e le foglie secche la luninosità dell'opera comunica speranza. Tra le foglie sechhe i barlumi di luce gialla sembrano indicare che la vita non è finita. A conferma di questo i molti personaggi carichi di colore che si nascondono tra le foglie in basso sembrano richiamare un cammino di vita che mai si spegne. Se l'umanità ha iniziato il viaggio sulla terra con la Cacciata dal Paradiso oggi lo continua, zaino in spalla, verso la stessa meta di luce.

botticelli-brusovani

Blue Way Botticelli, 2011, Foto digitale su tela, 70 x 100 cm edizione limitata di 20, 500  

L'ospite della galleria che ha analizzato questo pezzo ha visto nell'opera l'immagine di una sera di fine estate, una balera dove ormai la musica è finita e tutte le luci si vanno spengendo. La donna, la Primavera, sembra rapita da Zefiro, che assume un aspetto severo e la spinge ad allontanarsi. La festa è finita. Le luci in fondo si trasformano in una nebbia sottile e il pavimanto sembra ancora trattenere le tracce del movimento che fino a poco tempo prima lo riempriva di vitalità. E' un processo in fieri. Anche in questo caso l'opera si è mostrata dinamica e carica di vitalità.

elgreco-brusovani

Angels Host El Greco, 2011 Foto digitale su tela, 100 x 150 cm, edizione limitata 20, 700  

L'opera Angel Host ha mosso la curiosità e l'interesse di diversi osservatori. In esse sono state viste le vite che si nascondono in ogni condominio. Anziani, bambini, uomini e donne soli, famiglie... E dietro ad ogni persona ancora nascosti sentimenti e paure, desideri e speranze, rancori, rimorsi, gioie e ricordi. El Greco si è mostrato in tutta la sua contemporaneità. E in molti hanno sottolineato con stupore di come questa sia stata la prima volta in cui sono riusciti veramnete ad apprezzare e comprendere l'artista rinascimentale, grazie allo sguardo contemporaneo di Brusovani.